Vai menu di sezione

Affidamento familiare delle ceneri

Su richiesta dei familiari le ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti possono essere oggetto di affidamento familiare presso l’abitazione dei richiedenti.
In qualunque momento l’ affidatario o i suoi eredi può rinunciare per qualsiasi motivo all’affidamento dell’urna contenente le ceneri riconsegnando la medesima affinché sia conservata in una sepoltura privata di un cimitero o conferita nel cinerario comune.
Il Comune annota in apposito registro le operazioni di affidamento riportando le generalità del soggetto affidatario, quelle del defunto e l’indirizzo dell’abitazione in cui vengono conservate le ceneri. Nel suddetto registro vengono annotati anche gli eventuali recessi.

Chi può richiedere

I parenti del defunto

Tempi di attesa

Dopo la cremazione, non appena disponibile l’urna contenenti le ceneri.

Come fare / Cosa fare

I familiari devono presentare apposita richiesta con indicazione della persona incaricata della custodia e del luogo in cui le ceneri vengono conservate. In qualunque momento l’ affidatario o i suoi eredi può rinunciare per qualsiasi motivo all’affidamento dell’urna contenente le ceneri riconsegnando la medesima affinché sia conservata in una sepoltura privata di un cimitero o conferita nel cinerario comune.

Note

Il Comune annota in apposito registro le operazioni di affidamento riportando le generalità del soggetto affidatario, quelle del defunto e l’indirizzo dell’abitazione in cui vengono conservate le ceneri. Nel suddetto registro vengono annotati anche gli eventuali recessi.

Riferimenti normativi

Legge 30 marzo 2001 n. 130
Legge Provinciale 20 giugno 2008 n. 7

Pagina pubblicata Mercoledì, 29 Marzo 2017

Valuta questo sito

torna all'inizio