cerca

L'abitato di Ospedaletto si trova su un delta morenico tra il monte Lefre e Il monte Mezza, nella Bassa Valsugana.
Il territorio abbraccia invece tutta una porzione di Valsugana, da nord a sud. Il clima è particolarmente piacevole e l'ambiente rilassante nelle mezze stagioni, momenti in cui la natura del Trentino orientale si esprime con colori vividi, cieli tersi e panorami talvolta surreali.
La porzione di territorio che guarda a sud ha una buona insolazione durante
 tutto l'anno, la vegetazione è prevalentemente formata da pini e faggi. Il sottobosco ospita una certa varietà di funghi - in particolare russole e cantarelli – e zone ricche di ciclamini e di fiori alpini che si possono ammirare con splendide passeggiate nel verde, lontano da smog e asfalto e per tutte le età.
Partendo dall'abitato verso il Ponte dell'Orco e il Col dei Oci, proseguendo al Santuario della Madonna della Rocchetta e poi giù verso la Grotta della Bigonda, si può godere cambiamenti climatici e di varietà naturali a partire dai torrenti stagionali sul letto morenico-calcareo per arrivare all'habitat fluviale.
La parte del comune che guarda a nord e che si trova alle pendici dell'altipiano di Asiago, presenta peculiarità naturalistiche più interessanti dovute principalmente alle forti escursioni termiche nella stagione fredda. È qui che, in inverno, quando l'alternarsi della temperatura giornaliera copre escursioni anche superiori a 30°C che la rugiada evapora e ricondensa su se stessa generando dei magnifici “fiori” sulla vegetazione circostante. La varietà di flora e fauna – la zona è ricca di ungulati – i microclimi locali e le varietà di siti e di panorami che da essi si generano rendono l'area, scarsamente antropizzata, di rilevante interesse botanico e naturalistico.
In estate si può godere di un clima ideale per passeggiate grazie alla frescura generata dal fiume Brenta - meta di molti pescatori dilettanti - e ai pendii rivolti a nord. Passeggiate al sole senza traffico o scampagnate in bicicletta sulla pista ciclabile sono, con la grotta della Bigonda, le maggiori attrattive di questa zona del territorio comunale.